Riflessologia plantare


La riflessologia plantare è un’antica tecnica che consente attraverso “la digitopressione” di intervenire nei disturbi organici e psicosomatici del paziente. Il piede rappresenta la mappa dei nostri organi, infatti dopo un attenta conversazione e mediante la ricerca tattile e visiva è possibile leggere lo stato di salute della persona. Il riflessologo quindi, lavorerà all’apice del problema, cercherà di capire qual è stato l’organo in disequilibrio e il motivo a scatenare la malattia. In questo modo attraverso una serie di tecniche correlate con “la digitopressione” si interverrà nei canali energetici, “i meridiani” andando a riequilibrare sia il sistema immunitario, il sistema nervoso, quello ormonale, la circolazione sanguigna, sia tutti gli organi in disquilibrio tenendo in considerazione l’organo interessato. Con la riflessologia plantare possiamo intervenire nei disturbi di osteoartrosi (cervico brachialgia, lombo sciatalgia, artrite) gastrointestinali, diabete, impotenza, circolazione ematica, nevralgie del trigemino, bronchite asmatica, depressione, e molto altro ancora. Molto spesso spendiamo una vita alla ricerca di una cura per una determinata malattia, senza sapere da cosa può essere stata causata e senza trovarne rimedio. La risposta è semplice: apriamoci alle terapie naturali, sapendo che potrebbero cambiarci seriamente la vita. Ricordiamoci però, che il riflessologo non è un mago e che quando risolverà un caso, sarà anche per merito del nostro patrimonio energetico, che grazie agli stimoli riflessogeni aiuta il sistema immunitario a combattere lo stato infiammatorio e riattivando l’omeostasi, quindi la nostra “ farmacia interna”. Pertanto è importatante un buono stile di vita e una corretta alimentazione, evitando gli eccessivi stress, l’ira,  il continuo rimuginare dovuto alle nostre insoddisfazioni che col tempo fermentano in determinate parti del nostro organismo, generando la malattia.